• 1-800-123-789
  • info@webriti.com

Ridotti i tempi per divorziare

Ridotti i tempi per divorziare

La notizia è di pochi giorni fa, quando il governo italiano ha approvato una nuova legge che ha la funzione di regolare le tempistiche fra separazione e divorzio, ridotte da 3 anni a 1 anno o 6 mesi. L’ 11 maggio la legge è stata quindi pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale ed entrerà effettivamente in vigore fra pochi giorni il 26 maggio.

La separazione di una coppia è da sempre motivo di profondo stress, sia per i coniugi ma soprattutto per eventuali figli della coppia. Prima di ottenere il divorzio era necessario attendere almeno 3 anni dalla separazione, periodo giustificato per dare il tempo ai coniugi per un eventuale ripensamento e riconciliazione. Ma si è visto che tale periodo ha spesso il risultato contrario, creando ancora più distacco per via dell’impossibilità di compiere nuove scelte.

Ridurre le tempistiche fra separazione e divorzio è stata quindi la soluzione scelta con la legge n. 107, che permette ai coniugi che si siano separati consensualmente, di ottenere il divorzio in un periodo che va dai 6 mesi a un anno dalla separazione. Questo permette al giudice di dare comunque un certo periodo ai coniugi per la riconciliazione e di intervenire per tentare di far ricredere le parti, ma consente anche ai coniugi e ai figli di subire meno stress evitando di incrinare ulteriormente i rapporti.

In presenza di figli la coppia dovrà come sempre avere almeno un avvocato che li assista, mentre se non sono presenti minori nel matrimonio la scelta del legale è facoltativa. Anche in caso di presenza di minori, i termini validi per il divorzio rimangono da un minimo di 6 mesi a un massimo di 1 anno, quindi tale presenza non influenzerà il periodo di separazione in alcun modo, come alcuni avevano invece ipotizzato in precedenza.

Siro Arcuri

Leave a Comment